mercoledì 10 settembre 2014

Pictures & Lyrics: Good Zero

Cari Amici,  il vostro blogger oggi è un po' stufo di riflettere e di pensare fotografia. Il vostro bloggher è stanco di parole e immagini in dialogo razionale. Il vostro bloggher allora le vuole cortocircuitare per cercare di aprire orizzonti di genesi e di senso. Si sovrappongano tempi e spazi: quelli della scrittura e quella dei prelievi fotografici in liberi richiami. Nessuna data, nessuna memoria, nessun ricordo, bene così....Iniziamo!


Good Zero

E se questo azzuro schermato
- trasferito cielo -
calamitasse fumo agli sguardi?
E se il supplicante diniego
significasse coraggio per le vie affollate?
E se il vero frutto fosse scheletro infossato?

Raccoglierei vetro dalle case,
fango dalle fabbriche,
ombre nere dalle arcate gialle.
E in accordi profondi e lontani
luci verdi dei fari.

Per lo stesso rapporto opaco
fra il silenzio e lo sparo,
concluderei tacendo, azzerando.
Solo, andando nelle discariche,
cifre a caso digitando
bianchi spenti terminali.


2 commenti:

Diego Cicionesi ha detto...

Senza dilungarmi (inutilmente) mi piace l'esperimento o l'esperienza. Parole che si mescolano all'immagine. Nella mia personale e modesta sensibilità trovo similitudini ed attitudini con il mondo. Faremo un unico blog: "biniattitudini"?

Sandro Bini ha detto...

Io avrei preferito che ti dilungassi... Scherzi a parte grazie del commento, coltiviamo le affinità e preserviamo le diversità!